ANALISI GRAVIMETRICA PDF

Le analisi, di carattere geofisico, sono state sempre affiancate da considerazioni di carattere geologico e integrate con la costruzione di una sezione geologica. Capitolo 1 Inquadramento geologico 1. In seguito a questo evento ha inizio la tettogenesi appenninica caratterizzata dalla progressiva migrazione verso Est del sistema catena-avanfossa-avanpaese. La tettonica estensionale giurassica determina la differenziazione in paleoambienti, variamente strutturati al loro interno, di piattaforma di bacino e di transizione. Il fronte di sovrascorrimento del Morrone accavalla invece la successione giurassico-messiniana su depositi del Pliocene Inferiore. I settori appartenenti a questi domini vengono coinvolti nella strutturazione della catena appenninica mediante una deformazione per thrust.

Author:Shaktirr Malkis
Country:Belize
Language:English (Spanish)
Genre:Science
Published (Last):17 February 2013
Pages:431
PDF File Size:5.1 Mb
ePub File Size:18.44 Mb
ISBN:869-1-20533-278-9
Downloads:83945
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Dukree



Le analisi, di carattere geofisico, sono state sempre affiancate da considerazioni di carattere geologico e integrate con la costruzione di una sezione geologica. Capitolo 1 Inquadramento geologico 1. In seguito a questo evento ha inizio la tettogenesi appenninica caratterizzata dalla progressiva migrazione verso Est del sistema catena-avanfossa-avanpaese.

La tettonica estensionale giurassica determina la differenziazione in paleoambienti, variamente strutturati al loro interno, di piattaforma di bacino e di transizione. Il fronte di sovrascorrimento del Morrone accavalla invece la successione giurassico-messiniana su depositi del Pliocene Inferiore.

I settori appartenenti a questi domini vengono coinvolti nella strutturazione della catena appenninica mediante una deformazione per thrust. I depositi di questo bacino sono stati suddivisi in tre sequenze deposizionali separate da superfici di discordanza, legate ad eventi di carattere regionale connessi alla strutturazione della catena.

Le formazioni plioceniche, riferibili allo stadio iniziale del dominio di avanfossa, sono caratterizzate da facies argillose e argilloso-marnose, mentre nei depositi riferibili al Pliocene medio-superiore si registra una abbondanza della frazione sabbioso arenacea.

La successione quaternaria alla base presenta facies argillose Qca e argilloso-sabbiose Qcas di colore grigio o grigio azzurro a tratti marnose, gradatamente passano per alternanze ai soprastanti depositi sabbiosi i quali sono caratterizzati da sabbie gialle ed arenarie Qcb.

Nel caso della figura 2. I valori delle misure sono influenzati da vari fattori quali possono essere la latitudine, la topografia, le maree terrestri, quindi per poter essere utilizzati e confrontati devono subire delle correzioni. Mediante questa correzione si elimina il contributo attrattivo dovuto alle masse topograficamente rilevate, indicate con A in figura 2. La descrizione delle operazioni pratiche, fatta sopra, dovrebbe risultare utile per quanto riguarda la comprensione delle operazioni che oggigiorno eseguono in modo automatico i computer.

Il campo regionale viene costruito mediante la prosecuzione della parte indisturbata delle anomalie di Bouguer fig. In figura 2. Le tre posizioni saranno: s0, la posizione al tempo zero, s1 ed s2 saranno rispettivamente le posizioni al tempo 1 e al tempo 2. I gravimetri possono essere statici lineari o astatici figg. Per chiarire meglio, ripetute misure effettuate in uno stesso punto non presentano lo stesso valore, ma si ha uno spostamento nel tempo della posizione zero dello strumento.

Capitolo 3 Prospezione ed analisi gravimetrica 3. I dati vengono riportati di seguito. Tabella 3. Nella costruzione della carta delle anomalie di Bouguer si sono volute evidenziare le zone di minimo relativo raffigurate con il colore blu, le quali procedono man mano verso zone di massimo relativo rappresentate in rosso.

Tenendo come riferimento la sezione in figura 3. Nel paragrafo seguente saranno esplicitati i calcoli eseguiti per validare il modello presentato. In figura 3. BIGI S. COLI M. NASO G. Issue No. Mazzotti, E. Patacca and P. Related Papers.

LE HORLA 1887 PDF

Termogravimetria

Liquidi non polari come il benzene o il tricloroetilene sono solventi migliori per molecole non polari. Se si considerano soluti cui siano coinvolti legami a idrogeno, solventi adatti sono quelli che possono garantire la realizzazione di legami a idrogeno con il solvente. Ad esempio il saccarosio si scioglie in acqua ma non in benzene. I composti ionici sono poco solubili in solventi apolari. In molti casi per indurre la cristallizzazione del precipitato e aumentare la grandezza dei cristalli del precipitato stesso si ricorre alla digestione.

NO ES OBVIO GOLDRATT PDF

Analisi gravimetrica

.

DESCARGAR CHAPRA METODOS NUMERICOS PARA INGENIEROS PDF

analisi gravimetrica

.

Related Articles